Blog: http://piazzedemocratiche.ilcannocchiale.it

Martedì e giovedì Silvio Lai su Facebook a partire dalle ore 22

Ogni martedì e giovedì, alle 22, per le prossime 3 settimane, Silvio Lai, candidato alla segreteria del Pd Sardegna per la mozione Bersani, sarà in chat su Faceboook per dialogare i suoi amici.

Nella conferenza stampa del 2 ottobre, convocata a Cagliari per commentare i risultati della fase congressuale. Lai ha esordito affermando di sperare che  "i toni tenuti sinora non cambino, anche se appaiono all’orizzonte i primi tentativi di sollevare polveroni. Durante la campagna nei circoli del Pd ho chiesto prima di tutto di partecipare e di far partecipare al congresso e alle primarie e spero che alle primarie ci sia una grande partecipazione".

"Lavoriamo tutti per questo. I risultati dei circoli danno una indicazione maggioritaria evidente, i punti di distacco dal secondo e dal terzo sono noti, ma questi risultati vanno sottoposti alla verifica delle primarie che affronto con entusiasmo”.

"Sono convinto - ha proseguito Lai - che il popolo delle primarie ami il Partito democratico, che gli elettori siano simpatizzanti e potenziali aderenti al Pd e che il dato sarà confermato”.

Non serve alla serietà di tutti e al Partito democratico - ha tagliato corto Silvio Lai - ridurre tutto a confronti artificiali che non hanno basi, tra partito degli iscritti e partito delle tessere, tra vecchio e nuovo o tra passato e futuro, altrimenti dovremo vedere in giro per l’Italia e per la Sardegna le contraddizioni di questi confronti”.

Da qui l’esigenza di continuare sulla linea del confronto per proseguire, battere il centrodestra ed essere alternativa di governo.

Mettiamo in campo e confrontiamoci sulle idee che abbiamo per smettere di perdere - ha incalzato il candidato bersaniano - per battere il centrodestra e dare una speranza all’isola: è sulle nostre proposte e sulla nostra autorevolezza che dobbiamo far scegliere i nostri elettori”.

Questi congressi dimostrano che il Pd è una risorsa democratica per la nostra isola - ha concluso Silvio Lai - e che il Pd è il fulcro di una credibile alternativa di governo. Le altre forze politiche, lo dimostra il segnale che viene dall’Idv, aspettano che il Pd cambi rotta, corregga gli errori del passato e non cannibalizzi più i potenziali alleati”.

Nel corso della conferenza stampa sono stati diffusi anche alcuni dati

Le liste saranno presentate il 12 ottobre all’insegna della rappresentanza degli amministratori locali e delle migliori esperienze della società civile.
Stasera alle 17,30, al teatro Garau di Oristano, prende avvio la campagna delle primarie. Sono state previste oltre 30 iniziative in tutta l’isola.
 

In Sardegna: hanno votato circa 15.000 persone nelle assemblee di circolo che si sono tenute nell’arco di sole 10 giornate. Si tratta di circa il 60% degli iscritti, corrispondente ad un dato tra i più alti tra le regioni italiane.

Se si pensa che hanno votato in giornate feriali, in una sola giornata e con un tempo medio di 3 ore, si può percepire il valore di questo sforzo.

Come ha detto Bersani, commentando la partecipazione al voto di circa 420.000 iscritti, “Non c’è precedente nella storia politica italiana degli ultimi decenni e non esiste precedente in Europa”.
 

"Per ciò che mi riguarda - aggiunge Silvio Lai - non mi risulta che i partiti della tradizione democratica, in Sardegna, abbiano mai avuto questi dati di partecipazione”.

Ancora: “Il dato della Mozione Bersani supera il 66%. Il dato del documento che mi sostiene come segretario è intorno al 50%”.

A parte la Puglia, si tratta del migliore risultato in assoluto di tutte le regioni dove ci sono 4 candidati. I risultati delle assemblee di circolo sono molto soddisfacenti, al di là delle aspettative che avevamo. La mozione Bersani vince in 7 province su 8 (salvo la Gallura). Vince largamente in tutte le città, salvo Tempio, Olbia e Lanusei”.

In sintesi: Il documento di Silvio Lai vince in 7 province su 8 (salvo la Gallura) ed ha la maggioranza assoluta in 5 province, Sassari, Nuoro, Oristano, Ogliastra e Medio Campidano.

Ha la maggioranza assoluta a Sassari, Nuoro, Oristano, Carbonia, Villacidro, Tortolì.

È primo a Alghero, Iglesias e Cagliari. A sottolineare, secondo gli analisti, le realtà urbane nelle quali è presente una adesione e un voto d’opinione.

Pubblicato il 3/10/2009 alle 10.46 nella rubrica road blog.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web